.

.

giovedì 20 aprile 2017

PIZZA DI SCAROLE NAPOLETANA


La famosissima "Pizza di Scarole" è un piatto tipico della cucina napoletana per la vigilia di Natale ,  in cui si mangiava “magro” e leggero in vista dei pasti luculliani  dei giorni successivi. 

Viene anche chiamata “pizza con la jeta”, in quanto in alcune varianti si può usare anche la bietola da coste, detta “jeta”.
Le varianti coinvolgono anche la base che può essere un impasto lievitato oppure, nelle famiglie piu' facoltose, era una pasta sfoglia o brisè.
Comunque sia , a partire dal secondo Dopoguerra, la pizza con la scarola viene preparata e apprezzata in qualsiasi periodo dell'anno e gustata come piatto unico o antipasto.
Sia la scarola che la bietola sono due verdure diffusissime in Campania, e ancor più nei secoli passati, infatti,  i Napoletani erano chiamati dagli altri Italiani dei “mangiaerbe”, prima dell’irruzione nella pasta nella dieta popolana che avverrà solo più tardi, a partire dal XVII-XVIII secolo. 
L’idea di farcire la pizza con le verdure, però, si deve ai Romani, come testimoniano anche altri piatti simili alla pizza con la scarola campana come l’erbazzone reggiano e, a Genova e in Liguria, la türta de gee e la torta pasqualina.
Io la preferisco con la scarola riccia (indivia) anche se si può utilizzare la scarola liscia (detta napoletana) perchè adoro il gusto lievemente amarostico di questa verdura e il contrasto con il dolce dell'uva passa, i pinoli , il gusto delle olive nere di Gaeta (io olive nere siciliane) . 
E' un perfetto connubio di sapori e consistenze racchiuso in un soffice e gustoso involucro di pasta lievitata.
Io la preparo spesso ma, questa volta, ho utilizzato le magnifiche scarole biologiche che mi ha regalato la mia amica Rossella!! si, Rossella, quella dei taralli pugliesi, così attenta all'alimentazione e alla provenienza dei cibi !! 

Piatto e strofinaccio Greengate


quindi, ecco la ricetta!!

Ingredienti per 4 persone:

per l'impasto:
- 250 gr. farina di semola Ruggeri
- 250 gr. farina di grano tenero macinata a pietra Ruggeri
- 50 gr. di strutto oppure olio di oliva extravergine
- 30 gr. di lievito di birra oppure 1 bustina di lievito disidratato
-250 gr. acqua tiepida (variabile secondo il tipo di farina)
- 1 cucchiaino di zucchero
- 2 cucchiaini di sale

Ingredienti per il ripieno:
- 1 kg di scarole 
- 50 gr. di uva passa
- 2 cucchiai di pinoli
- 150 gr. di olive nere snocciolate
- 6 filetti di acciughe ( io 3 filetti di sarda salata)
- 2 cucchiai di capperi salati
- 1\2 cucchaino di peperoncino
- 2 spicchi d'aglio
- 50 gr. olio extravergine d'oliva

Procedimento per l'impasto:
- in una larga ciotola o nell'impastatrice inserire l'acqua tiepida, il lievito e lo zucchero e sciogliere bene
- aggiungere le farine e lo strutto oppure l'olio e impastare bene
- aggiungere il sale e continuare ad impastare per un paio di minuti
- formare una palla e lasciare lievitare l'impasto in una ciotola, coperta con pellicola e con un panno, in un luogo tiepido , sino al raddoppio

Procedimento per il ripieno:
- mondare e lavare la scarola
- dissalare i capperi in acqua tiepida
- ammollare l'uva passa e scolarla bene
- sbollentare la scarola per 1 minuto in acqua e sale
- sgocciolare la verdura e sminuzzarla , facendo scolare tutta l'acqua
- nel frattempo , in una larga padella, mettere l'olio e l'aglio e rosolare lievemente
- aggiungere i filetti di acciughe e scioglierli
- togliere l'aglio e aggiungere la verdura tagliata e rosolare per 2 minuti
- aggiungere i capperi dissalati , il peperoncino e le olive e rosolare per 1 minuto a fuoco basso
- aggiungere l'uva passa ammollata e i pinoli e mescolare bene e mettere da parte

Assemblaggio della pizza:
- dividere l'impasto lievitato in due parti
- stendere , con delicatezza, il primo pezzo , circa 1\2 cm. e foderare una teglia (tonda o rettangolare è lo stesso) coperta con carta forno
- bucare la base con i rebbi della forchetta e stendere il ripieno in modo uniforme
- stendere l'altro pezzo di impasto e coprire la pizza , chiudendo, accuratamente, i bordi
- bucherellare l'impasto , spennellare con olio d'oliva e lasciare lievitare, nuovamente, per circa mezz'ora
- infornare in forno caldo a 220° per 20 minuti
- servire tiepida o fredda












29 commenti:

  1. Io l'adoro è buonissima! Buona giornata :)

    RispondiElimina
  2. Pensa che non l'ho mai assaggiata :-( deve essere una favola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e allora ti consiglio di provarla!!! è stupenda!! un abbraccio

      Elimina
  3. Mi piace da morire e questa è bella alta! deve essere molto buona..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è proprio buona!! grazie della visita!!

      Elimina
  4. Buonissima la pizza di scarola!! Esecuzione perfetta. Sai che a Napoli abbiamo alcune varianti altrettanto gustose? Molti utilizzano la scarola ( quella liscia) a crudo senza sbollentarla; poi c'è la versione fritta dove la farcitura viene racchiusa in una sorta di " calzone" e fritta in olio abbondante, tipico street food insieme alle frittatine di pasta e alle pizze al forno a "portafoglio"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roberto carissimo!!! ricevere i complimenti da un napoletano doc come te e , per giunta, cuoco sopraffino, mi riempe d'orgoglio. Grazie e un abbraccio!!

      Elimina
  5. Che spettacolo Mimma! Sei sempre straordinaria e ogni volta che passo a trovarti è una gioia per gli occhi e per il palato.
    Un bacio.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Marina!! un abbraccio per te!!

      Elimina
  6. Cara Mimma, questo si che è una cosa che mi piace!!! un pezzo lo sento già in gola.
    Ciao e buna giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahh!!! sei proprio un buongustaio!!! grazie Tomaso e buona giornata!!

      Elimina
  7. Che bontà Mimma, adoro la scarola nelle torte salate! Un abbraccio a presto :)

    RispondiElimina
  8. La adoro, cara Mimma ...la tua è davvero un trionfo di gusto e bellezza, come sempre sei impeccabile, baci!

    RispondiElimina
  9. La pizza di scarole,che bontà,una napoletana non avrebbe saputo far di meglio.Per me comunque,sempre e solo scarola...Bieta proprio no.Complimenti Mimma,sei sempre bravissima 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazieeeee!!!! detto da te è un gran complimento!!! baci

      Elimina
  10. Con tutti quei gustosi ingredienti deve essere buonissima, sai che non l'ho mai mangiata!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e allora provala!!! ti assicuro che ti piacerà!!! baci !!

      Elimina
  11. Mamma mia che delizia, mi piace molto questa pizza, molto gustosa e saporita, complimenti.
    Un bacione e buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  12. Non l'ho mai assaggiata ma giuro che rimedierei volentieri con la tua :-P
    Se ti va puoi partecipare al nostro contest "al km 0" e potresti diventare nostra ospite x due uscite :-) Ti lascio il link http://ibiscottidellazia.blogspot.it/2017/04/contest-al-km-0.html

    RispondiElimina
  13. Troppo buona!!!!! Noi romani facciamo il ripieno identico.. racchiuso però da una brisée.... :-** smackkkkk

    RispondiElimina
  14. che spettacolo Mimma, chissà come è buona ! Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. L'adoro!!! la tua poi è così ricca che me la sto gustando dal monitor! Un bacione

    RispondiElimina
  16. Mamma mia, dev'essere buonissima!!

    RispondiElimina
  17. sembra soffice come una nuvola! splendida alveolatura e gran bella ricetta! Buon domenica e un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Sofficissima,una vera bontà!
    Brava come sempre.

    RispondiElimina

Grazie per essere passati di quì!!!
I vostri messaggi mi fanno molto piacere perchè mi aiutano a migliorare !!!